Osteopatia

L’osteopatia è l’arte di curare in modo naturale i blocchi avvenuti a livello strutturale (articolazioni, muscoli..) e a livello di organi interni (stomaco, fegato..), restituendo movimento ed equilibrio. Attraverso un riequilibrio posturale si curano e/o si prevengono numerose patologie.

Storicamente nata più di cento anni fa per mano del Dott. Andrew Taylor Still, fu subito concepita come una terapia olistica, ossia riguardante l’essere umano nella sua globalità. L’osteopatia e soprattutto l’analisi biomeccanica (scienza che studia le leggi che regolano il movimento e l’equilibrio dell’organismo vivente) permettono di scoprire oggi uno squilibrio posturale globale ed applicare un’adeguata prevenzione delle patologie, come quelle osteo-articolari croniche.

Le tecniche osteopatiche vengono essenzialmente suddivise in tre branche, in relazione ai tessuti coinvolti in primis:

  • Strutturale, rivolta alla corretta biomeccanica articolare ed al tessuto osteomuscolare di sostegno
  • Viscerale, rivolta al corretto movimento interno di organi e visceri, del loro rapporto di scorrimento reciproco ed in coordinazione con i diaframmi corporei, in particolare con il diaframma toracico e pelvico
  • Cranio-sacrale, rivolta all’elasticità ed all’equilibrio delle ossa craniche, al fine di permettere il corretto movimento respiratorio primario, dettato dallo spostamento fisiologico del liquido cefalo-rachidiano.

Indicazioni:

  • cervicalgie, dorsalgie, lombalgie (anche gravidiche), dolori coccigei e sacrali, tendiniti, colpo di frusta, coxalgia (dolori alle anche) e gonalgia (dolore al ginocchio), ernie discali
  • sciatalgie, cruralgie, cervico-brachialgie, periartrite scapolo-omerale
  • disturbi dell’articolazione temporo mandibolare, problemi di deglutizione, nevralgie facciali
  • otiti, riniti, sinusiti, cefalee
  • reflusso gastro-esofageo, colon irritabile, stitichezza, gastrite
  • Sistema gineco-urinario e gravidanza: dolori mestruali, dismenorree, amenorree, cistiti recidivanti, sindromi post-partum, dolori della gravidanza
  • insonnia e stati ansiosi

Trattamento:

La durata del trattamento è di 50-60 minuti, e prevede:

  • una diagnosi medica con relativa spiegazione della natura del problema
  • il trattamento manuale
  • la valutazione dei tessuti connettivali e cicatriziali
  • la valutazione degli evetuali errati atteggiamenti posturali lavorativi o, in generale, quotidiani
  • indicazioni su esercizi specifici da svolgere a casa per il recupero ed il mantenimento
  • se è indicato ed il paziente è concorde si può associare, nello stesso trattamento, l’agopuntura e/o la mesoterapia antalgica

 

Osteopatia in ambito pediatrico

Il feto permane nel grembo materno per 9 mesi circa. Dovendosi adattare ad uno spazio ristretto, spesso assume posizioni intra-uterine che predispongono a blocchi del movimento. La fase di espulsione attraverso il canale del parto può avvenire con possibili difficoltà legate al tipo di presentazione e di posizione fetale ed alla variabile tempistica del travaglio stesso.

La nascita si dice essere uno dei momenti più stressanti della nostra vita. Tutto questo può creare dei blocchi al corretto movimento delle ossa craniche e del liquido cefalorachidiano, disturbi del sonno, deficit della deglutizione, coliche intestinali, alterate occlusioni dentali, reflusso, otiti recidivanti, alterazioni della postura. L’osteopatia pediatrica può essere iniziata da subito, con un primo controllo fin dai primi giorni di vita.

Bimba

Neonata nei primi mesi di vita